La nostra storia

Moda e Qualità per passione dal 1955

Maglificio ST.GEORGES nasce a Colle Umberto (TV) nei primi anni del dopoguerra per iniziativa di Elda Da Re.

Nel primo periodo di attività, i capi venivano confezionati in casa dove Elda aveva allestito un piccolo laboratorio adattando alcune stanze per poter ospitare le prime macchine rettilinee per maglieria acquistate.

Con l'aumentare del successo dei suoi capi, Elda ampliò il suo piccolo laboratorio.

Anni dopo, anche con l’aiuto del marito Giorgio, da cui il marchio di produzione St.Georges, Elda iniziò a creare piccoli campionari grazie alla sua fantasia stilistica e allo spiccato gusto estetico già attento alle tendenze moda del momento.

Nel decennio successivo, dalla semplice vendita locale, passò alla commercializzazione dei propri capi attraverso grossi magazzini sparsi in tutta Italia.

Copertina Vogue Aprile 1988Grazie all'attenta gestione e alla cura per la qualità, negli anni ’60 e ’70 ST.GEORGES iniziò ad affermarsi sempre di più a livello nazionale: i capi ST.GEORGES furono pubblicati in varie riviste tra cui anche il mensile VOGUE

Vogue aprile 1988 pagina interna

Nel numero di Aprile del 1988, dedicato alla moda della lana d'estate, Vogue ha scelto un pullover di lana fredda metà kaki metà corda con ricamo a ghirigoro in negativo-positivo e colletto a punta lavorato a coste chiuso dietro da due bottoncini, più gonna di maglia di lana kaki a piccole pieghe.

 

 

In quegli anni vennero create anche una linea uomo ed una linea bambino

Elda si trovò ben presto nella necessità di avvalersi di laboratori artigianali del proprio territorio per far fronte all’aumento della domanda dei capi firmati ST.GEORGES.

Alla fine degli anni ’70, nel settore della maglieria arrivarono i primi strumenti per l’automazione delle macchine capaci di aumentare la produttività.

ST.GEORGES, seguendo l’evoluzione tecnica, passò dalle macchine manuali a quelle automatizzate. L'evoluzione tecnologica fu costante, e l'azienda continuò ad investire nello sviluppo delle proprie linee di produzione riuscendo a riportare totalmente la filiera produttiva in casa arrivando ad avere un centinaio di dipendenti.

Mantenere tutte le fasi produttive all'interno dell'azienda ha permesso, e tutt'ora permette, di avere il massimo controllo sulla qualità e sulla cura dei dettagli che hanno fatto di ST.GEORGES un marchio riconosciuto.

Per garantire sempre di più la qualità nei dettagli e per seguire la sua passione, Elda ha deciso, dagli anni ‘90, di concentrarsi esclusivamente sulla collezione Donna, pensata per soddisfare una clientela sempre attenta ai dettagli, raffinata ed elegante.

Sempre in questi anni iniziarono le partecipazioni a fiere tra cui Milano dove il marchio ST.GEORGES si ritagliò altro spazio a livello nazionale conquistando con la sua vestibilità, cura nei dettagli e nei particolari, nuovi clienti ed iniziando anche l’espansione all’estero.

A seguito della scomparsa del marito e dalla volontà di lasciare spazio alle nuove generazioni, Elda decise di cedere l’azienda a Mara e Matteo da sempre cresciuti respirando il profumo dei filati e tessuti, e spinti dall’idea di non lasciare andare a spegnersi 60 anni di storia ed esperienza. 

Dal 2013 hanno preso le redini dello storico marchio ST.GEORGES. 

Forti dell'eredità ricevuta da Elda, Mara e Matteo hanno continuato a rinnovare il parco macchine innovando le linee di produzioni senza rinunciare a tutto ciò che il marchio ST.GEORGES rappresenta: qualità, raffinatezza ed eleganza.

Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni
Ok